Dettaglio del logo (moneta raffigurante Arechi II) dell'Università del Sannio
| Facoltà | Offerta didattica | Vita universitaria | Eventi e news | Avvisi | Esami | Cerca nel sito | Mappa del sito |
| Testo normale | Testo grande | Alto contrasto | Solo testo | Stampa la pagina | Privacy policy | Accessibilità |
Sei nella pagina indice --> Guida ECTS -->PRINCIPI DI PROGETTAZIONE DI EDIFICI IN C.A. - A.A. 2008/2009

PRINCIPI DI PROGETTAZIONE DI EDIFICI IN C.A. - A.A. 2008/2009

Collocazione Corso di Laurea in Ingegneria Civile, III Anno, II Semestre
Tipo: A scelta (di orientamento) - Crediti ECTS: 6 - Codice: 19822
Sito web dell'insegnamento:
Ore di insegnamento per settimana: 4 - Numero di settimane: 12
Ore di didattica in aula: 4 - Ore di laboratorio: 2 - Ore di altre attività: 0
Progetti: Si

Docente Prof. Luigi DI SARNO - Professore supplente interno
Palazzo Bosco Lucarelli - Corso Garibaldi, 107 - I 82100 Benevento
pbx +39 0824305566 fax +39 0824 325246 email disarno [at] unina.it
Home page

Insegnamento

Descrizione dei contenuti dell'insegnamento:
I sistemi intelaiati in c.a. sono tra le più diffuse tipologie strutturali utilizzate per edifici. Molte di queste strutture vengono generalmente realizzate in zone che sono state dichiarate sismiche a seguito della recente riclassificazione del territorio nazionale in quanto presentano un’elevata duttilità locale e globale. La progettazione delle strutture intelaiate in c.a. può essere condotta secondo il metodo semiprobabilistico degli stati limite così come prescritto dalle recenti norme tecniche sulle costruzioni.
La conoscenza delle motivazioni che sottendono le prescrizioni normative e la completa descrizione dei meccanismi resistenti sono aspetti essenziali per il progettista di strutture in c.a. Occorre infatti avere un’approfondita conoscenza dei possibili limiti ovvero valutarne l’applicabilità al caso di strutture che presentano caratteristiche geometriche e/ meccaniche singolari.
L’analisi della risposta strutturale di un sistema intelaiato viene affrontato con riferimento a grandezze deformative e resistenziali espresse in termini di risposta locale e globale. Si esaminano i diversi comportamenti a livello di materiale, sezione, elemento, collegamento e struttura. Questo approccio gerarchico viene utilizzato per la caratterizzazione della rigidezza, resistenza e duttilità dei sistemi strutturali.
Il corso affronta le seguenti tematiche:
- Caratterizzazione delle azioni agenti su strutture in c.a. con particolare riferimento alle azioni sismiche;
- Modellazione delle strutture in c.a. con particolare riferimento a quelle intelaiate;
- Metodi di analisi strutturale consentiti dalle normative nazionali vigenti;
- Progettazione/verifica di sezioni ed elementi in c.a. secondo le vigenti normative nazionali.
- Esame critico dei dettagli costruttivi di strutture in c.a. in zona sismica.
Il corso affronta anche l’analisi e progettazione di semplici strutture in carpenteria metallica, in particolare le capriate di capannoni industriali.
Il corso si articola in due parti di cui la prima illustra i principi di progettazione di elementi in c.a. e in acciaio e la seconda analizza casi reali di progettazione

Obiettivi dell'insegnamento:
Fornire agli studenti gli elementi essenziali per la progettazione di elementi e sistemi strutturali semplici in c.a. ed in acciaio.
Analisi critica dei moderni approcci normativi
Analisi critica delle fasi della progettazione strutturale di elementi e sistemi strutturali semplici in c.a. ed acciaio.
Analisi critica dei programmi di calcolo disponibili per l’analisi strutturale e la progettazione.

Metodo di insegnamento:
lezioni in aula con ausilio del videoproiettore

Propedeuticità:
Tecnica II

Materiale fornito agli studenti:
Appunti, normative di riferimento

Testi consigliati:
Cosenza, E., Maddaloni, G., Magliulo, G., Pecce, M.R. e Ramasco, R. (2005). Progetto antisismico di edifici in c.a., Collana di manuali di progettazione antisismica, IUSS PRESS, Pavia

D.M. LL.PP. 14/01/2008. Norme tecniche per le costruzioni (NTC)

Elnashai, A.S. e Di Sarno, L. (2008). Fundamentals of Earthquake Engineering, Wiley & Sons, Chichester, UK.

European Committee for Standardizatio (2006). Eurocode 8 - Design of Structures for Earthquake Resistance – Part 1: General Rules, Seismic Actions and Rules for Buildings, Brussels.

European Committee for Standardizatio (2006). Eurocode 2 - Design of Concrete Structures – Part 1: General Rules and Rules for Buildings, Brussels.

European Committee for Standardizatio (2006). Eurocode 3 - Design of Steel Structures – Part 1: General Rules and Rules for Buildings, Brussels.

Mazzolani, F.M., Landolfo, R, Della Corte, G. e Faggiano, B. (2006). Edifici con struttura di acciaio in zona sismica, Collana di manuali di progettazione antisismica, IUSS PRESS, Pavia.

Manfredi, G., Masi, A., Pinho, R., Verderame, G. e Vona, M. (2007). Valutazione degli Edifici Esistenti in c.a., Collana di manuali di progettazione antisismica, IUSS PRESS, Pavia.

Petrini, L., Pinho, R. e Calvi, G.M. (2004). Criteri di Progettazione Antisismica degli Edifici, IUSS PRESS, Pavia.

OPCM 3431 (2005). Testo coordinato dell’Allegato 2 e 3.


Esame Tipo esame: Orale con discussione degli elaborati
Iscrizione alla classe: Si - Prenotazione: Si, tramite e-mail inviata al docente

Annotazioni

Orario di ricevimento

Orario di ricevimento

[indice]


Ultimo aggiornamento: 08.09.2009 - Per informazioni o commenti: webmaster.ingegneria@unisannio.it